Di Maio: “Grammatica italiana è macchina del fango”

La necessità di addossare ad altri le proprie nefandezze, ha superato ogni limite ponderabile. La disgustosa grammatica del candidato premier penta stellato, ora diviene antagonista in campagna elettorale. Una barzelletta triste si appresta a diventare leader del nostro paese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*