“Son rimasto col fiato sospeso” Ex detenuto Guantanamo denuncia waterboarding

Il prigioniero, catturato durante una operazione in Afghanistan, racconta le violenze subite perpetrate nel carcere più odiato al mondo. Come le dichiarazioni forti spesso fanno, c’è chi acclama e c’è chi si indigna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*