Sospesa dalla scuola l’insegnante violenta, l’avvocato: “Chiederemo l’infermità mentale”

Il tascapane con la stella, la voce sbiascicante  tutto facevano pensare tranne che si trattasse di un insegnante. Nemmeno il più esaltato dei quindicenni alla prima manifestazione, avrebbe intrapreso una simile azione contro le forze dell’ordine. Lo squallore e la veemenza del suo odio verso chi ci tutela, hanno indotto la scuola a prendere provvedimenti.Resta da capire però, come il percorso formativo che l’ha portata ad essere insegnante, l’abbia mantenuta a livello evolutivo di una indigena che visita una città per la prima volta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*