Stupro 14enni a Roma, le madri degli aggressori: “Non possono essere stati solo loro”

Le madri dei due ragazzi hanno ribadito come nel clan sì condivida ogni cosa, ritenendo impossibile che i figli abbiano infranto questo patto di sangue. Per loro la correttezza e’ davvero tutto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*