Altre vittime nella terribile gara ciclistica siberiana, l’ “In salita russa”

La prova comprende salite impervie a temperature prevedibile, 180 km di inferno ghiacciato, gli atleti indossano una speciale muta: quest’ultima scalda il corpo  E l’acqua contenuta sulla schiena. Questo artificio permette di fornire un cuscinetto per proteggere l’atleta, oltreché essere un serbatoio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*