in

Amsterdam, Nobel per la chimica a due ragazzi al Burger King

Durante l’adolescenza ci si imbatte negli spinelli, una specie di tappa obbligatoria quando si crede che essere ribelli sia tutto quello che conta che conta nella vita, magari fumando la prima volta durante una manifestazione che consente di non andare a scuola, come stiamo osservando ultimamente con quelle a favore del contro il mutamento climatico. L’importante è affrontare ogni situazione che la vita ci presenta in maniera coscienziosa, fare le proprie esperienze ma senza che esse influenzino il resto della nostra esistenza.

Capita che molti rimangano imprigionati in questo limbo e non riescono a progredire nella vita in maniera costruttiva. Inutile negare che anche le droghe leggere influiscono negativamente sulle prestazioni di un individuo, la funzione ricreativa andando avanti con gli anni diviene sempre più un limite, rispetto agli impegni che ci prendiamo persone stessi e le persone che amiamo. Senza contare i comportamenti addizionali dannosi come abbuffarsi per la nota fame chimica, vero dramma superati i trent’anni.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Gattuso si rade a zero per riallenare il Milan

Gianni Morandi ritrova l’appetito ascoltando il disco del figlio