in

Azzurre escono ai quarti, è finito un ciclo

Il mondiale di calcio femminile è un po’ come un partito che sta facendo danni dopo essere salito al potere, non lo ha visto o votato nessuno. Visto l’impegno di mass-media nel propinarci questa rassegna molti hanno tentato di osservarla con spirito critico e senza preconcetti, ma lo spettacolo fornito è stato davvero di basso livello. La qualità del gioco e la fluidità derivano dalla velocità del passaggio, quest’ultima è dovuta alla forza impressa sul pallone.

Bisognerebbe riuscire a scindere il discorso dell’impegno e dell’unità nazionale, rispetto a quello del riscontro che si vuole ottenere dal pubblico. Qualche tempo fa la nazionale femminile australiana fu scherzata 15 a 0 da una selezione di ragazzini, In questo mondo dove ogni cosa può diventare un prodotto, riescono a rifilarci  come oro delle patacche.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Reggio Emilia, era meglio quando i bambini li mangiavano

Morgan chiede di suonare per Bolsonaro in Giappone