in

Costringeva i parenti a vedere Sanremo, 40enne condannata per violenza domestica

Il festival di Sanremo va visto anche solo per criticarlo, un argomento di discussione così pregno negli italiani, che vale la pena conoscerlo per non rimanere esclusi dei comuni dialoghi che non possono vertere sempre su scienza, storia o peggio la politica. La voglia di disprezzare la manifestazione sembra ormai è legata a quelle parti di popolazione che vedono il rifiuto verso radiotelevisione italiana come un vanto, non lo capiamo vista l’offerta magra di concorrenti come Mediaset che pensano solamente a proporre programmi di bassa levatura per non far pensare il pubblico e a loro volta sforzarsi meno.

Da Barbara d’Urso oramai sembra di avere a che fare con i vecchi mai dire goal, dove personaggi senza più futuro si fanno umiliare felici di farlo, opinionisti come Sgarbi che ricevono cachet da decine di migliaia di euro per sbraitare. Non critichiamo eccessivamente questo genere di intrattenimento ma crediamo che il gossip possa essere condotto in maniera più professionale, con meno urla e più freddure, non è tanto l’argomento trattato ma la modalità con cui lo si interpreta a dare il valore ad una trasmissione televisiva.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Coronavirus arriva in Italia, intolleranza tra i primi sintomi

Fiorello esorcizza le polemiche