in

Divieto di respirazione bocca a bocca, sì alla pompetta per canotto

Il Governo corre ai ripari per salvare la stagione balneare il problema sta nelle metodologie che mette in atto credendo di essere nel giusto, i bagni non potranno effettuare la respirazione bocca a bocca ma occorre comunque garantire la sicurezza ai bagnanti e quale modo migliore di venire incontro agli stabilimenti limitando i costi. Per rianimare le persone sono stati provati dei compressori costo dei manichini ma alla quarta esplosione di fila anche Di Maio ha capito che forse sarebbe stato meglio usare il cervello prima di parlare.

La soluzione è parsa ovvia non appena il Premier Conte ha calpestato una pompetta per gonfiare il materassino, il movimento docile concorda con la necessità di gonfiare i polmoni immediatamente ma con dolcezza. Le prove sono state soddisfacenti, purtroppo il governo pur facendo finta di essere dalla parte degli immigrati gli ha utilizzati per queste prove lanciandoli nel mare, non appena la respirazione si faceva affannosa li portavano a riva tentavano di rianimarli con la pompetta per il materassino. Vergognoso pensare ad una soluzione differente, nessuno si deve lamentare perché altrimenti verrebbe considerato un fascista non è in grado di capire nulla: al solito insomma.

.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Mentor

Scritto da Ant Onion

Story MakerAutore

Le lacrime della Bellanova: “Ho mangiato un kebab”

Movimento 5 Stelle recupera consensi candidando Pio e Amedeo