Halloween, terrorizza cercatori di funghi taggandoli




La ricerca del fungo è materia per pochi prediletti, bisogna essere nati in campagna non tanto per la ricerca ma per riconoscere i funghi velenosi. Deve essere una bella soddisfazione tornare a casa con un cesto di vimini pieno di porcini, alcune stagioni sono particolarmente propizie e permettono più volte di gustare questa delizia, la cui particolarità è quella di poter essere alla portata di tutti a differenza del tartufo.

Le applicazioni sono parecchie ma siamo abituati a gustarli essiccati, non è la stessa cosa che mangiarli freschi, il gusto è intenso è il minimo sindacale è’ un risotto con dopo una fonduta per gustarli al meglio. Particolarmente complicata la digestione facendoli fritti, una vera delizia che però va ulteriormente a complicare la assunzione al nostro organismo. Non importa perché tutte le cose buone spesso fanno male,Il fungo porcino nasconde il suo fascino appunto perché non sempre alla propria portata, forse uno delle ultime cose che ci è per preclusa nonostante l’abitudine a poter acquisire ogni bene. Quando una cosa che ci piace non è sempre la nostra portata, da possibile dipendenza si trasforma a possibile lezione di vita.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*