Instagram senza like, influencer chiedono in massa reddito di cittadinanza




Non sono solo i desideri personali e l’ambizione ad accomunare gli influencer , anche l’essere osteggiati da familiari e amici non considerando Internet un lavoro sicuro boh, l’imprenditoria presenta dei rischi ed è normale che le persone che ci vogliono bene tenta in tutti modi di farceli evitare. Nonostante gli incoraggiamenti di facciata sono più i gesti di scherno dietro le spalle, sperando quasi che le cose vadano male per non sentirsi in difetto verso chi mette coraggio nella vita invece che volo la solita paura di non poter dare agli affetti ciò che serve per vivere anche a costo della propria felicità.

Instagram pare avere fornito un assist straordinario verso i benpensanti che non vedono altra via per sopravvivere che quella di fronte a loro, più facile da percorrere ma con la testa bassa spesso su vendo i colpi dall’alto. Le persone al di fuori del mondo del web e non immaginano che ogni problematica può divenire un’opportunità, poiché le variabili sono tante e di volta in volta si riparte sempre da zero, i più bravi si dimostrano tali poiché ciclicamente si rimescolano le carte e partendo con le stesse possibilità degli avversari riescono comunque ad avere la meglio. Tutti questi bei ragionamenti sono più semplici una volta raggiunto il successo, con una storia personale tale da generare una tranquillità emotiva, fino a quel momento è tutto un saliscendi di emozioni: un modo differente di sentirsi vivo.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*