#iosonoGiorgia, IntrashTtenimento condivide troppe storie e diventa papà Castoro




Il #Giorgiachallenge lanciato da IntrashTtenimento 2.0 ha costretto il suo admin Riccardo Mortelliti a rimanere virtualmente incatenato al letto con il telefono in carica: la pagina si pone l’obiettivo di mostrare come anche per strada sia possibile con occhio allenato, scovare dei video virali ancora in carne ed ossa. Il filone seguito si sposa alla perfezione con la performance di Giorgia Meloni, divenuta volutamente protagonista di Facebook con il suo discorso, ammesso che uno slogan adatto a Sailor Moon possa essere definito tale. È come quando a fine spettacolo qualcuno inizia ad applaudire e tutti gli vanno dietro, così è stato per le storie su Instagram nel #Giorgiachallenge: le richieste di approvazione si sono fatte da pressanti a ingestibili, confinando il povero Riccardo nella sua stanza per tutti il giorno.

”Nonostante sia allenato da anni di intensa masturbazione ho iniziato a patire un dolore più acuto dei crampi alla Play Station, comprensibile alla mano sinistra ma non alla peccaminosa destra”. Il contatto prolungato con lo smartphone sotto carica lo ha galvanizzato creandogli non pochi problemi con le scintille. Riccardo sa vedere nei problemi delle opportunità: “Ho ricaricato il Pacemaker di mia nonna mettendole una mano sulla spalla e soprattutto accendo le sigarette con uno schiocco di dita” Sfruttando le sue conoscenze del mondo dello spettacolo si è auto scritturato per la prossima edizione di Italia’s Got Talent, botte piena e moglie ubriaca.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*