Italia-Grecia, allestito maxi schermo da Standard and Poor’s



I due paesi sono quelli maggiormente colpiti dalla politica dell’austerity voluta dall’unione europea, la Grecia è servita da pubblico monito, come un condannato straziato nella piazza a testimonianza di come non seguendo le regole della banca centrale si incorre nel rischio di sanzioni. Il popolo greco ha parecchie colpe, a fronte di una popolazione di 10 milioni il numero degli statali era esorbitante, corruzione e ed evasione imperversavano: cose a noi molto vicine.

L’Italia potendo contare su 60 milioni di persone ha ben altro potere nelle trattative, troppo grossi per fallire. Dopo la voce grossa fatta dal governo giallo verde per ottenere maggiori deficit ci ritroviamo con le ossa rotte con il nuovo esecutivo pronto a mettere tasse su ogni cosa, incredibile la differenza rispetto a vent’anni fa, la pressione fiscale è arrivata a livelli inimmaginabili, il loro obiettivo è non farci crescere per tenerci più poveri possibili.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*