in

Juventus-Inter a porte chiuse, Sarri spera di fumare

La macchina del calcio non può fermarsi, a questo proposito si provano tutti gli stratagemmi per cercare di non perdere gli introiti degli sponsor, normale sia così, non sappiamo se i contratti stipulati dalla lega calcio con le televisioni prevedano casi del genere, nostra vi sono quindi si rischia di pagare una grossa penale. A rischio sono soprattutto gli allenamenti dei calciatori, non potendo recarsi al centro, sarebbe impossibile seguire una preparazione collettiva.

Proprio ora che il calcio italiano si stava riprendendo, ovviamente scherziamo, la sicurezza delle persone è la prima priorità a cui bisogna fare fronte. Chi ironizza sulla corsa ai supermercati non ha ancora capito che e necessario starsene chiusi in casa per debellare questo virus il prima possibile. Non avere paura è un bello slogan per chi non ha famiglia oppure abbastanza conoscenza per prevedere cosa possa accadere con un 30% della popolazione è ammalato.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Ascesa estrema destra, Merkel regolarmenta taglio dei baffi

Coronavirus si isola da Chuck Norris