Ken umano vuole tornare normale: “Mi gettano nella plastica”



Rodrigo Alves rappresenta per fattezze e per criteri di appeal verso il pubblico lo sciatto che alberga nel piccolo schermo italiano, un uomo con evidenti complessi mostrato al pubblico come fenomeno da baraccone. I circo tanto osteggiati sono simili ai personaggi presentati da Barbara d’Urso, uomini e donne con problemi psichici comuni a tutte le persone che si immolano per il denaro che permetterà loro di mantenere uno stile di vita dissoluto, da cui però è difficile distaccarsi visto il ritorno economico barattando la propria dignità per denaro.

Rodrigo Alves a giugno si è sottoposto ad un altro intervento in Turchia contro la stempiatura, l’incedere del tempo è qualcosa che non si può fermare, è possibile migliorare il proprio umore e conseguentemente rapporto con la vecchiaia praticando uno sport. L’intervento chirurgico è più rapido e permette  velocemente di risolvere i propri problemi, ma il dimagrimento non è solo un fatto estetico, è un impegno che ci si prende con sé stessi e senza lo sforzo mentale, l’immagine che si ha di se non sarà mai pienamente soddisfacente poiché non c’era si è guadagnata.



Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*