in

LOLLOL

Lapo accusa il 5G: “Sono pochi”

Il problema dell’approvvigionamento per chi faceva consumo di sostanze stupefacenti si fa sempre più pressante, non è possibile ritrovarsi con un alloggio vuoto per la mancanza di beni di consumo che sono stati osteggiati per acquistare droga, sono pericolose le persone che basano la loro esistenza su sostanze psicotrope, tutto d’un tratto compresa la quarantena si trovano nell’impossibilità di acquistarla e vanno letteralmente fuori di testa. Una persona con sintomi continuerebbe ad uscire di casa e mi schianto se ne apertamente, non gli importa della sua vita figuriamoci quella degli altri, non interessa loro essere denunciati piuttosto che ottenere la tanto agognata dose, non si fermano i servizi essenziali durante l’epidemia quindi nemmeno lo spaccio che per tanti sfortunati rappresenta l’unico momento di evasione, andare a comprare la dose è quanto di più bello possa esistere, l’unica felicità artificiale in una vita di attesa e depressione.

Siamo convinti che molte persone torneranno sui loro passi, l’occasione di non dover avere a che fare per forza con certi personaggi, magari i ragazzi che vivono lontano dalle città possono trovare un nuovo modo di intendere la vita. Le nuove abitudini e soprattutto la mancanza di luoghi di ritrovo come le discoteche sono forse l’unico vantaggio del coronavirus, nel senso che è un orologio rotto segna l’ora giusta due volte al giorno.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

De Luca imita Crozza

“La casa di cartapesta” la nostra recensione-NO SPOILER