in

Louis Enrique spoilera “La casa di carta”

Una serie televisiva dal successo mondiale, nonostante le molte e messe su Netflix una è riuscita ad emergere Quando un prodotto è migliore degli altri pubblico lo apprezza perché il passa parola della tecnologia rimane lo strumento più forte di divulgazione di un prodotto. La storia si presenta bene ma la sicurezza del successo deve avere fatto perdere un po’ la bussola alle sceneggiatori, le scene sono un po’ ruvide e soprattutto è un continuo contarsi la pistola alla tempia senza un motivo logico.

La protagonista se così vogliamo chiamarla, Tokyo è una ragazza invasata e anche con qualche ritardo mentale che viene mitizzata, rimontante la presenza dei vari protagonisti, dopo averli apprezzati si inizia a disprezzarli è alla fine ad odiarli. Ogni inquadratura viene usata per far sembrare più bella che è questa ragazza, sguardi da vera dura forzati a dismisura, La serie si fa guardare ma non c’è neanche paragone con le grandi produzioni della HBO, CBS o AMS che hanno regalato mostri sacri, dopo la prima stagione di successo scene come l’entrata in motocicletta e nella zecca sarebbero dovute essere fatte con più realismo.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Di Maio: “Salderemo debiti con la pizza fatta in casa”

La Pasqua di Berlusconi: “All’agnello preferisco la pecora”