Mafia Capitale, per Carminati è stato chiuso un occhio




L’ombra che ha avvolto Roma negli ultimi trent’anni sembra non dileguarsi, gli arresti e le inchieste a carico di Carminati e i suoi non avranno gli effetti desiderati se la magistratura non compirà il proprio dovere.

Non è solo questione di amicizia o di tangenti ma soprattutto di segreti, durante l’incidente probatorio gli indagati potrebbero spiattellare verità in grado di far traballare sedie apparentemente ben piantate a terra. Non occorre l’inchiesta di Mafia Capitale per trovare situazioni in cui qualcuno abbia paura di parlare per paura di perdere i vantaggi.




Per comprendere Roma bisogna provare ad immaginare le discrepanze tra i quartieri poveri e quelli del centro, veri e propri principi a confronto di chi vive nelle ex borgate, tutte le metropoli consentono di trovare enormi differenze, ma a Roma la presenza dello Stato e vista come la possibilità di ottenere ulteriori vantaggi e non come monito per il rispetto delle norme civiche.




Addirittura degli zingari erano riusciti a costruire interi quartieri abusivamente, probabilmente conta il menefreghismo ma anche la mole esagerata di questioni simili che non possono essere affrontate tutte assieme,

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*