Mano morta sul bus ma si difende: “L’ho trovata nelle patatine”



Il problema delle molestie sugli autobus non diminuirà sicuramente con l’inasprimento delle pene, sono gesti disgustosi compiuti da persone con disturbi comportali gravi, toccare una donna senza possibilità paradossalmente nemmeno di violentarla, rende idea circa l’estrema pochezza di queste persone. Sperano nell’imbarazzo della vittima per poter continuare il loro losco intento, magari masturbandosi la sera pensando a quel contatto. In caso la legge sembra essere un po’ distante dei principi comportamentali necessari, un paio di ceffoni sarebbero la soluzione migliore, si dice che il miglior orecchio dell’uomo sia la schiena: in questi casi sarebbe opportuno testare questa teoria. Una donna decide da sola a chi dare la propria fiducia, i gesti come questi non fanno che farle sentire impaurita ed impedire a chi vorrebbe conoscerle veramente un approccio.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*