Mattarella nomina lo Spread al posto di Conte

Inutile far finta di nulla, in questi anni sono le trattative economiche nelle analisi dell’agenzia di rating a governare un paese. Dal 2011 l’Italia ha ricattato da queste situazioni che hanno sancito la fine del governo Berlusconi che stanno decretando il collasso di quello Conte. Indigna l’indifferenza con cui viene affrontato il problema, anzi si cerca di mettere la polvere sotto il tappeto anche quando esce dai lati.

Preoccupante è l’assenza di iniziative da parte dei politicanti, che anzi pensano a passarsi la patata bollente che andrà di traverso soprattutto ai cittadini. L’aumento dell’Iva sarà una rovina per le famiglie italiane, oltre 1000 € l’anno di spese. Il populismo va bene nelle piazze ma ha molte pecche negli uffici

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*