Mediterranea rifiuta l’acqua fascista



Stiamo assistendo ad una prova di forza della tratta degli schiavi nei confronti del governo italiano, addirittura si è arrivati a rifiutare i soccorsi di prima necessità per sfondare il blocco aiutati dalla stampa amica. Proprio i giornali sembrano aver preparato il terreno a questa invasione, non è più aiutare gli altri ma dover subire passivamente la geopolitica internazionale.

Non capiscono come gli italiani si schierino maggiormente con Salvini in questi frangenti, non è possibile assistere a simili prese di posizione fatte da persone palesemente pagate per trasportare disperati. Questi capitani tanto decantati sono in verità degli schiavisti, profumatamente e stipendiati da chi gli dice di intraprendere certe battaglie legali come la querela contro Matteo Salvini la parte di Carola Rackete.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*