in

LOLLOL

“Mussolini cambió espressione dopo le pasticche di Hitler”

  • 79
    Shares

L’abuso di sostanze per alterare la percezione della realtà dei soldati durante le  guerra mondiali è risaputo viste le numerose testimonianze che hanno dato vita a centinaia di documentari. I soldati francesi durante la prima bevevano un sacco di vino scadente, la propaganda non mostrava la qualità del prodotto, tantissime donne erano inviate al fronte per prostituirsi per mantenere i soldati di un amore decente. Nella seconda guerra mondiale i soldati del Reich erano soliti assumere pervitin, l’odierna metanfetamina con cui riuscivano a compiere imprese incredibili.

La macchina bellica tedesca era stupefacente, la prima che poteva contare sull’effetto di carrarmati fenomenali, unendo le forze e la Blitzkrieg era fatta. Paesi come la Polonia caddero dopo neanche due mesi o altri come il Belgio si fecero in invadere, senza contare la Francia che per paura di vedere distrutta Parigi si arrese senza battere ciglio, mantenendo il governo fantoccio Vichy. In quella del Vietnam sono molti americani che tornarono dipendenti dall’oppio e dall’eroina, e chissà cos’altro in epoca moderna i soldati assumono per poter inghiottire l’orrore che ogni giorno sono costretti a servire.

  •  
    79
    Shares
  • 79
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Milan festeggia 120 anni meno 10

Compleanno Chiara Biasi, fidanzato le regala sveglia da 80mila euro