in

Pandemie estive, Covid ancora sotto Despacito

Per tutti la peggiore influenza nella storia dell’uomo, osservando meglio i dati dell’OMS viene lampante come i numeri dicono tutta altra cosa, abbiamo a che fare con una forte polmonite ma che non può ancora competere con un virus, quello del latino americano ormai insinuatosi negli italiani con fattori di virulenza mai riscontrati prima. Un momento drammatico dove tutti noi siamo riusciti facendoci forza a rimanere chiusi in casa, esattamente il contrario che accadeva con Despacito, ancora più pericolosa perché invogliava le persone a ballare e a stare in compagnia, la socialità è il vero nemico per il governo, proprio ora che l’epidemia sembra essersi attenuata continuano a trattarci come se fossimo dei lebbrosi. Rispettare le regole sì, ma anche la libertà del singolo individuo, la cui limitazione sta causando più morti della malattia stessa.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Contributor

Scritto da Daniele

Anni di utenza

Sirenetta nera, prequel del film svelerà l’incidente con una seppia

Di Maio spegne le polemiche: “Giocavano a scopa”