in

Quarantena, denunciati per finta assemblea di condominio

Non deve essere sembrato vero alla signora del terzo piano quando la vicina ha paventato la possibilità di organizzare una finta assemblea di condominio, occorreva un movente e in un instante la voglia di uscire di casa ha trasformato tutti in ingegneri civili. Il piano era ben congegnato anche se banale, una perdita d’acqua non sarebbe stata sufficiente a giustificare un incontro ma tutto il piano sottostante compromesso sicuramente si. La sera prima lasciarono i rispettivi bagni con acqua stagnante non prima di aver costruito uno zoccolo al’ingresso in modo da formare una piccola piscina, avete capito bene ma quando non si ha nulla da fare che si diventa pericolosi.

Non tutti erano d’accordo, una coppia di giovani ragazzi rispettosi della quarantena grazie marijuana, non volevano essere disturbati in quella oasi felice, lei aveva addirittura imparato a fare torta e pizza. Da loro è partita la chiamata verso i Vigili che giunti sul posto sono partiti con le domande di rito che avrebbero dovuto smascherare i furboni. Non è stato cosi, oltre ingegneri erano divenuti sceneggiatori preparando risposte che avevano quasi convinto i vigili, non avevano calcolato la ragazza che voleva finire di vedere la stagione de “La casa di carta”, ha deciso di offrire la torta a tutti vigili compresi per stemperare gli animi ma quest’ultima era stata preparata con la marijuana. In  breve tempo i vicini confessarono ridendo il loro piano ai vigili che erano troppo fusi e stracciarono il verbale in cambio di un Estatè con un plumcake.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Mentor

Scritto da Ant Onion

Story MakerAutore

Obbligavano mariti a dirette Facebook per non fargli sbagliare la spesa

Guarda troppo Masterchef e finisce a Vite al limite