Remake italiano di Paso Adelante, Salvini sarà Juan



Aver perso la visibilità s dovuta al ruolo di ministro degli Interni porta Matteo Salvini a cercare nuove strade,l’ ultima sicuramente la peggiore: entrare a far parte del circo Barbara d’Urso, stessa sorte seguita da Giorgia Meloni, solita scimmiottare le iniziative di Matteo che solitamente, con buona pace del fegato di chi lo odi , riscontrano consensi. La sua capacità di attirare le persone magari con slogan obsoleti fa storcere  e slogare il naso ai radical chic, nasconde la volontà popolare di seguire qualcuno che vada palesemente contro i dettami dell’Unione Europea.

Inutile negare che  l’Italia abbia perso parecchio potere vista la quantità di ricchezze che ci appartenevano prima dell’avvento di Romano Prodi, il più grande europeista passato alla storia per la famosa frase in cui con l’Euro avremmo dovuto lavorare un giorno in meno e guadagnare un giorno in più. Nell’arco di un ventennio ci ritroviamo più poveri, con gli alloggi che dopo essere saliti alle stelle sono colati a picco, lasciando nell’incertezza chi le case le acquista con un mutuo per vivere e non per speculare. Una mannaia che spiega come anche l’elettorato più colto abbia deciso di dedicarsi ad una corrente politica magari discutibile sotto l’aspetto della forma ma sicuramente più concreta.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*