Rivoluzione 5 Stelle, Appendino a Roma e Raggi a Torino




Siamo di fronte all’ennesima dimostrazione di incapacità delle giunte pentastellate, se per Roma la situazione era in parte giustificabile dalle mancanze delle amministrazioni precedenti, Torino si reggeva sulle sue gambe ed ha subito eroicamente ai colpi di Chiara Appendino, con il salone dell’auto perduto pare abbia esalato l’ultimo respiro. Una manifestazione che faceva accorrere in città oltre 600.000 persone nella cornice stupenda del parco del Valentino, la giunta 5 Stelle come una setta non ammette l’utilizzo dei giardini se non per le biciclette.

Come oltre il 90% dei loro elettori non avevano un impiego prima di essere miracolati dall’analfabetismo funzionale dei loro elettori. Ormai è tardi per pentirsi sarebbe bastato leggere il curriculum delle due donne, Chiara Appendino scarica ciclicamente le responsabilità su altri, come se uno chef desse la colpa al macellaio se servisse carne di bassa qualità. Atteggiamento da bambina viziata che incredibilmente rischia di finire a capo di un ministero, tanto per completare il circo del Movimento 5 Stelle.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*