Salvini: “Mio figlio pattugliava il mare alla ricerca di immigrati”

Come ogni agosto in Italia si ha la percezione che i fatti di cronaca a cui siamo abituati non esistano, al loro posto sopraggiunge il gossip e argomenti tanto cari a chi si trova in spiaggia con me tanto di osi perché è costretto dalle ristrettezze economiche a rimanere in città. Matteo Salvini non si è comportato in maniera diversa da un padre che fa usare il trattore di proprio figlio, solamente che quest’ultimo è pagato dai contribuenti dal dente avvelenato per la situazione economica.

Siamo convinti che in un contesto di maggiore floridi ta economica le persone sarebbero meno pronte ad abbracciare questo genere di critica, il non potere fare porta o odiare chi fa, come gli amici di infanzia che sotto sotto rosicano per i propri successi. A parità di estrazione sociale ammettere un merito altrui è come ammettere un demerito proprio, Ma quelle situazioni che fanno comprendere con me andando avanti con gli anni di innocenza svanisca del tutto per lasciare spazio alla tanto decantata maturità, altro non è che attitudine alle delusioni della vita.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*