Salvini mangia di Maio con un piatto di fave e un buon Chianti




La manovra di Luigi di Maio nel soccorrere Chiara Appendino pare un autogol del livello propostoci dal Partito Democratico sulla Sea Watch. La sindaco il sindaco di Torino ormai ha demolito una città che rimane agonizzante nell’attesa del colpo di grazia. Il Salone Parco del Valentino è stata una perdita imbarazzante per i torinesi, speriamo sia un sacrificio per liberarsi di questo incantesimo maledetto.

La colpa va data agli elettori  per aver affidato una città così grande ad una ragazza con la sola esperienza di ufficio nell’azienda del marito. Un bell’esempio di come la propaganda possa trasformare un perfetto incapace in un esempio di virtù e competenze, speriamo queste persone guardandosi allo specchio possano avere la consapevolezza di non essere in grado di averne e regolarsi di conseguenza, facendosi suggerire da persone con senso critico più sviluppato un loro eventuale voto politico.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*