Samara Challenge finisce in tragedia, la Boschi rimane senza Ministero



È stata l’alfiere del governo Renzi, anche per questo si è ritrovata bersaglio di aspre critiche piovute dall’opposizione, essendo una donna hanno trovato terreno fertile dove attecchire, in Italia il sessismo domina ancora la percezione della realtà più nel quotidiano che tra le mura domestiche. Essere donna è un limite in ambito lavorativo, figuriamoci coadiuvando un aspetto gradevole: porta ad inimicarsi le altre donne oltre che venire prese con relativa serietà degli uomini sempre pronti ad inserire interessi personali in ambito lavorativo.

Martoriata dalla sua attinenza con le banche si è ritrovata sola e abbandonata in questo mondo dove l’appeal sui social network contano molto più delle reali competenze, basti pensare al premier conte passato da pupazzo a uomo di Stato raggiungendo il milione di like su Facebook. La necessità di proporre volti nuovi scevri da precedenti tentativi di infangare l’immagine, è costato il posto ad un probabile ministro, il curriculum ormai non conta più perché c’è chi per incapacità trova più comodo pensare che le competenze si acquisiscano solo per vie traverse.

 

 



Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*