Soverato, contestatori immuni allo spray al peperoncino




Le veemenza delle contestazioni contro Matteo Salvini ha assunto caratteri ben diversi rispetto ai soliti striscioni, a Soverato è stata messa in moto una azione di guerriglia contro di lui, non ci si è limitati al boicottaggio sabotando l’impianto elettrico per cacciarlo. A dispetto di quanto asserisca Saviano evidentemente Salvini non dispone di tutta questa credibilità all’interno delle associazioni criminali calabresi. Curiosa la realtà a volte, basti pensare che stata messa in atto un’azione militare contro il capitano.

Siamo curiosi di come sarà stata affrontata da parte della Rai questa situazione, probabilmente messa a tacere la da un partito famoso per aver fatto della comunicazione aggressiva proprio marchio di fabbrica. Una azione forte da parte dei calabresi per ribadire il loro no alla Lega Nord dopo vent’anni di insulti, addirittura cantati dal loro stesso leader. Nonostante questo siamo sicuri che sarebbero ben lieti di offrire un pasto Matteo Salvini per fargli capire quanto in passato abbiamo insultato la terra che piace anche a lui.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*