Suning accontenta Conte prendendo Bale per lo Jiangsu

Arrivato a Milano incensato come un imperatore si sta accorgendo di come l’Inter sia una società satellite del gruppo Suning, ci sembra incredibile privilegiare negli acquisti di una squadra cinese invece che una di Milano, ma i cinesi non brillano per stile ed eleganza e soprattutto badano ai propri interessi. Il bacino di utenza dello Jiangsu è  infinitamente più grande di quello dei tifosi interisti, senza contare un mercato più  fiorente e avviato in patria per gli ovvi numeri.

Diciamocelo chiaramente, l’Inter è stata comprata come specchietto per le allodole, un passatempo dove investire qualche soldo per iniziare ad arrivare nel mercato europeo, sono lontani i tempi del presidente Moratti dove imigliori calciatori venivano acquistati ciclicamente da lui e Berlusconi. Era stupendo osservare i colpi di mercato in successione per rispondere all’avversario, presidenti pittoreschi che rilasciavano dichiarazioni a fine partita, ora abbiamo a che fare con delle holding con communiqué staccati stampa sterili che alla fine porteranno le persone ad allontanarsi dal mondo del pallone.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*