Tortellini di pollo, Salvini: “Prima il maiale”



La vicenda non poteva che interessare Matteo Salvini, anzi questa volta è lui che deve dare voce agli italiani che non tollerano questo genere di variazioni nel menù scolastico, viste come sottomissione verso lo straniero. La cultura musulmana non tollera carne di maiale, la nostra invece sposa ogni tipo di alimentazione visto che i sacramenti in Italia, sono visti soprattutto come una ragione per mangiare a più non posso in compagnia. Forse è per questo che il cristianesimo ha preso così tanto piede da noi , è un bel modo per celebrare nostro Signore quello di godere del cibo e dell’affetto dei nostri cari.

Spiace soprattutto per i ragazzini che si trovano ad avere a che fare con problemi più grandi di loro, anche se la religione impone certi canoni, mangiare qualcosa di diverso dei propri compagni di classe rimane un trauma. Per questo i grembiulini devono essere tutti uguali, dovrebbero esserlo anche zaini e quaderni perché il rispetto del prossimo passa attraverso la consapevolezza di avere le stesse possibilità in ambito scolastico. La cultura e l’unica cosa che non si compra, mai deve avere studenti di serie A e di serie B.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*