in

Ultimo giorno di scuola, Coronavirus promosso a batterio

La scuola italiana sta provando in tutti modi a fare un passo in avanti, il ministro Azzolina si trova in una situazione più grande di lei, non che ci sia voluto chissà cosa ma la pandemia sembra essere quanto di più complicato una persona con le sue carenze organizzative potesse affrontare. Quale metodo migliore che spostare l’opinione pubblica verso i problemi dovuti all’epidemia, convocati gli esperti dello Spallanzani di Roma si è pensato di dare una nuova impronta all’anno scolastico, si era detto che tutti sarebbero stati promossi e quindi anche il responsabile di questo cataclisma non poteva essere escluso.

“Lo promuoveremo da virus a batterio” un abominio biologico che ben si sposa con le competenze di questo governo, non c’è sicuramente nessuna evidenza scientifica che porti a questa conclusione ma la voglia di affossare il senso critico comune con la paura prevale su qualsiasi coscienza morale circa la gestione del paese. Un grande applauso da parte delle istituzioni, almeno sono riusciti a fare qualcosa, anche se sarebbe stato meglio avessero preso anche loro i 600 € al mese.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Advocate

Scritto da Roberto

Anni di utenza

Fontana ai magistrati: “A casa comanda mia moglie”

Balotelli fa domanda per i 600 €