in

LoveLove OMGOMG

Usa, per mantenere le donne in casa il governo affida le conferenze a Bradley Cooper

Gli Stati Uniti si preparano ad una emergenza a cui non erano sicuramente pronti e tantomeno avrebbero immaginato che i film catastrofisti di cui si rendono protagonisti come le serie televisive apocalittiche, trovassero un riscontro così concreto nella realtà. Le strade deserte di Manhattan non possono che ricondurci a un film dell’orrore, proprio il punto più caotico del mondo si trova ora a dover far fronte a delle restrizioni mai viste. Negli Stati Uniti non c’è stata la corsa lievito bensì quella le armi, non sono pazzi i cittadini ma i comportamenti sono frutto della percezione di pericolo che le persone hanno, da noi la maggiore paura risiede nel frigo vuoto da loro di essere rapinati.

Il rigore delle norme messe in atto in Italia va valutato in funzione dell’adesione da parte dei cittadini, le forze dell’ordine non possono sicuramente controllare tutti e le multe non possono rappresentare un deterrente, negli Stati Uniti dove la popolazione è lasciato allo sbando non si può pretendere che tutto d’un tratto ascolti lo Stato che non si è mai curato di lei. In Italia siamo predisposti geneticamente soprattutto al Nord, speriamo che al sud dove le norme vengono ascoltate meno non ci sia l’ecatombe perché altrimenti dovremo vedere altre scene angoscianti come quelle dei camion militari che escono con le bare da Bergamo. Andrà tutto bene se ci comportiamo bene.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricamento...

0

Comments

0 comments

Juventus taglia l’ingaggio a Ronaldo con il plasma

“Se in quarantena non fate la pizza multe da 400 a 3mila Euro“