Valentina Nappi su Rocco Siffredi: “Quando sbaglio mi fa il sedere”




Criticato su più fronti Rocco Siffredi da parte sua ha il merito di non essersi perso per strada come molti suoi colleghi, ci vuole una testa sulle spalle oltre che una molto grossa alla fine del pene per riuscire a fare quello che è riuscito ad ottenere nella sua carriera. Diventando regista e produttore gli si sono aperte nuove porte oltre a nuove e gambe. Ci chiediamo come il figlio possa convivere con questo fardello sulle spalle, il denaro può essere un buon palliativo ma ci chiediamo fino a che punto.

Parlando seriamente Rocco Siffredi è l’uomo più invidiato di tutto il mondo, la possibilità di creare le sue fantasie con ragazze bellissime, a Budapest  lui possa rappresenta la massima espressione mondiale dell’invidia. Le sue gesta rimarranno famose per l’eternità, le nuove generazioni non si ricordano di John Holmes, ma sicuramente parleranno a lungo di Rocco Siffredi perché con il decadimento della classe dirigente i personaggi gossip e prenderanno il posto di chi dovrebbe guidarci. Rocco Siffredi tra 10 anni sarà candidato premier, in America dopo tutto ha vinto Arnold Schwarzenegger.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*